Addestramento del cane | 12 comandi popolari

I cani sono creature straordinarie che offrono amore incondizionato e fedeltà ai loro padroni. Tuttavia, per avere un ottimo rapporto con il vostro animale domestico, addestramento del cane è essenziale.

L’addestramento dei cani è un processo che consiste nell’insegnare al cane comportamenti specifici per ottenere il risultato desiderato. Questo può essere fatto attraverso il rinforzo positivo, come ad esempio premiando il cane con bocconcini o lodi verbali quando esegue il comportamento desiderato.

In questo articolo parleremo degli 11 comandi più popolari che potete insegnare al vostro cane in questo momento.

L'importanza dell'addestramento cani

Importanza dell’addestramento del cane

Ci sono diversi motivi per cui l’addestramento del cane è importante.

In primo luogo, aiuta a stabilire un canale di comunicazione tra voi e il vostro cane. Insegnando al cane comandi specifici, sarete in grado di controllare meglio il suo comportamento. Ad esempio, se volete che il vostro cane stia lontano dal divano, potete dirgli “seduto” o “sdraiato” invece di dirgli continuamente “no”.

In secondo luogo, l’addestramento dei cani può contribuire a rafforzare il legame tra voi e il vostro amico peloso. Lavorando insieme per raggiungere obiettivi comuni, svilupperete una comprensione e un apprezzamento reciproci più profondi.

NOTA: ricordate che i cani imparano meglio attraverso la ripetizione e la coerenza, quindi è importante rimanere pazienti e coerenti quando si addestra il cane.

Infine, l’addestramento del cane è essenziale per la sicurezza. Insegnando al cane comandi di obbedienza come “seduto”, “resta” e “vieni”, sarete in grado di proteggerlo meglio dai pericoli. Ad esempio, se state facendo una passeggiata e il vostro cane vede un coniglio e inizia a inseguirlo, potete usare il comando “vieni” per richiamarlo.

In breve:

L’addestramento dei cani stimola la mente, promuove l’obbedienza e la disciplina e rende il cane più energico e ben educato. Senza contare che è un modo gratificante per rafforzare ancora di più il rapporto uomo-animale domestico.

11 comandi per addestramento del cane che dovreste insegnare al vostro cagnolino

Iniziamo l’elenco dei comandi!

1. Riconoscimento del nome

Prima di iniziare l’addestramento, insegnate al vostro cane a riconoscere il suo nome. Il primo passo per stabilire la disciplina dovrebbe essere questo. Se vi rivolgete al vostro cane nel modo giusto, insegnargli i comandi e le attività sarà più semplice.

Se il cane vi fissa o vi guarda quando lo chiamate per nome, è una chiara indicazione che sta rispondendo correttamente. Non dimenticate di mostrargli affetto o amore quando fa qualcosa di corretto. Questo rafforzerà il fatto che si stanno comportando nel modo desiderato.

2. Seduto o fermo

Il comando “seduto” è uno dei comandi più basilari e importanti che si possano insegnare al cane. È un ottimo modo per attirare l’attenzione del cane e per addestrarlo a rimanere in un posto.

Iniziate questa pratica dando al cane un bocconcino. Avvicinate il bocconcino al naso del cane e alzate lentamente la mano, in modo che il cane segua il movimento della mano con la testa. Date al cane il comando “seduto” mentre è seduto naturalmente. Ripetete l’esercizio con il vostro animale domestico, dandogli un premio o una lode ogni volta che riesce a farlo.

3. Sdraiati

Il comando “sdraiati” è un altro comportamento importante da insegnare al cane. Questo comando può essere utile in diverse situazioni, ad esempio quando si vuole che il cane rimanga in un posto o che smetta di chiedere l’elemosina a tavola.

Il cane si abitua facilmente a questo comando perché è piuttosto calmante. Le ricompense o gli incentivi ideali da utilizzare in questo addestramento sono i momenti di gioco prolungati o una ricompensa immediata in cibo.

Per insegnare questo comando, offritegli una ricompensa. Si tratta di una buona occasione per mettere in pratica questo concetto e far prendere confidenza al vostro compagno a quattro zampe in modo che capisca cosa volete.

Cominciate a tendere la mano con il bocconcino come se steste per dargli qualcosa, poi abbassate lentamente la mano verso il suolo tenendola chiusa intorno al muso. Lasciategli annusare l’oggetto prima di abbassare la mano a terra per invitarlo a unirsi a voi.

4. In piedi

In piedi - Addestramento del cane

Questo comando ha lo scopo di mettere il cane in posizione comoda in situazioni in cui è necessario stare in piedi, ad esempio quando il cane viene spazzolato o viene sottoposto a un controllo dal veterinario.

Il modo migliore per far imparare questo comando al cane è con l’aiuto di un bocconcino. Tenendo un bocconcino davanti al naso, attiratelo in posizione eretta muovendo il bocconcino verso l’alto e all’indietro. Mentre segue il bocconcino, date il comando “in piedi”. Una volta che il cane è in piedi, dategli il bocconcino e una lode verbale.

5. Prendilo

Prendilo - Addestramento del cane

Questo comando è il primo passo per insegnare al cane a prendere. Sarà utile anche quando avrete bisogno che il cane raccolga i suoi giocattoli o vi porti qualcosa di specifico, come il telecomando.

Il comando “prendilo” deve essere impartito mentre il cane è in piedi accanto a voi e vi guarda. Mettete in mano l’oggetto che volete che prenda, quindi porgeteglielo e pronunciate il comando “prendilo”. Non appena prende l’oggetto dalla vostra mano, lodatelo e dategli un premio.

6. Lasciare

È un comando importante per i cani perché insegna loro a non toccare cose che potrebbero essere pericolose, come piante velenose o cibo che non dovrebbero mangiare.

Per insegnare al cane a “lasciar perdere”, mettete un bocconcino in mano e chiudetelo a pugno. Mostrate al cane il pugno e dite “lascia stare”. Quando il cane cerca di annusare o leccare la mano, allontanatevi e ignoratelo per qualche secondo. Aprite la mano e dategli il bocconcino. Ripetete questo esercizio finché non capirà che non deve toccare il bocconcino quando gli dite “lascia stare”.

7. Scuotere

 Scuotere - Addestramento del cane

Un altro gioco di prestigio che voi e il vostro cane potreste divertirvi a fare insieme è questo. Il rapporto tra voi e il vostro cane può essere rafforzato insegnandogli a scuotersi quando glielo chiedete.

Questo è anche un ottimo modo per mostrare le belle zampe del cane.

Il modo più semplice per insegnare al cane a scuotere è iniziare mettendolo in posizione seduta. Mettete la mano davanti a loro e dite “scuoti”. Quando il cane si avvicina alla mano, dategli un premio e un elogio verbale. Se non la raggiungono, si può provare ad appoggiare delicatamente la mano sulla zampa e dire “scuoti”.

8. Tallone

Tallone - Addestramento del cane

Tutti i cani, a prescindere dalla taglia, dovrebbero imparare a tallonare, ovvero a seguirvi pacificamente quando camminate. Questo è particolarmente importante se portate il cane a passeggio in aree urbane affollate e con spazi limitati sui marciapiedi.

Per i cuccioli di taglia grande o forte, che tirano naturalmente il guinzaglio, questo comando è ancora più importante. Inoltre, le passeggiate con il cane saranno più semplici e piacevoli se il cane è in grado di seguire il tallone, così come per il vostro braccio.

Per addestrare il vostro cane a seguire il tallone, iniziate mettendo un bocconcino in mano e tenendolo vicino al suo naso. Poi, iniziate a camminare in avanti dicendo “tallone” o “proprio qui”. Quando il cane vi segue e rimane vicino alla vostra gamba, dategli il bocconcino. Se vi precedono o restano indietro, smettete di camminare e fateli sedere finché non tornano nella posizione corretta.

9. Via

Questo comando fondamentale indica al cane di smettere di fare quello che sta facendo e di allontanarsi dall’oggetto in questione, che si tratti di cibo a terra, di un giocattolo con cui sta giocando un altro cane o di qualcos’altro.

L’insegnamento di questo comando richiede pazienza perché bisogna essere in grado di controllare gli impulsi del cane, ma ne vale sicuramente la pena. Iniziate insegnando al cane il comando “lascia stare” (vedi sopra). Una volta che il cane risponde in modo coerente, si può passare all’insegnamento del “via”.

A tal fine, mettete il cane in posizione seduta o a terra e ditegli di “lasciare”. Mettete davanti al naso ciò che non volete che tocchi e dite “via”. Quando si allontanano dall’oggetto, date loro il bocconcino per incoraggiarli. Se cercano di tornare all’oggetto, dite loro “no” e fateli sedere o abbassare di nuovo.

10. Venire

Questo è probabilmente uno dei comandi più importanti che potete insegnare al vostro cane. Il comando “vieni” è un richiamo, cioè dice al cane di venire da voi, indipendentemente da dove si trovi o da cosa stia facendo.

Il cane deve saper venire quando viene chiamato se si intende portarlo fuori dal guinzaglio. Questo aiuta a garantire che rimanga vicino, sia che si tratti di un’escursione che di un semplice divertimento in giardino. Può anche allontanarlo dalla strada se corre senza guinzaglio al parco per cani.

Per insegnare al cane il comando “vieni”, iniziate mettendogli il guinzaglio e dandogli dei bocconcini. Poi, allontanatevi di qualche metro e dite “vieni”. Quando viene da voi, dategli il bocconcino e una lode verbale. Se non vengono da voi, potete provare a tirare delicatamente il guinzaglio mentre dite “vieni”.

Venire - Addestramento del cane

11. Guardare

Il comando “guarda” è un ottimo modo per attirare l’attenzione del cane. Una volta ottenuta l’attenzione, si può impartire un altro comando, come “seduto” o “resta”. È particolarmente utile se vi trovate in una situazione in cui ci sono distrazioni e avete bisogno che il cane si concentri su di voi.

Per insegnare al cane il comando “guarda”, iniziate ad attirare la sua attenzione con un bocconcino. Una volta che vi guardano, dite “guarda” o “guardami”. Se continua a guardarvi, dategli il bocconcino. Se distolgono lo sguardo, riprovate. Una volta compreso il comando

Tenendo una ricompensa nel palmo della mano chiusa, potete dare al cane questo ordine. Muovete lentamente la mano verso il muso del cane e poi più vicino al suo naso. Dite “guardami” o “guarda” quando avete tutta l’attenzione del cane e state stabilendo un contatto visivo. Date al cane un bocconcino o una lode come ricompensa.

12. Silenzio

Il comando “tranquillo” serve a far smettere il cane di abbaiare. È un ottimo comando da avere nel proprio arsenale, soprattutto se si vive a stretto contatto con i vicini.

Per addestrare il cane al comando “tranquillo”, iniziate ad abbaiare e poi date il comando. Quando smettono di abbaiare, date loro un premio. Se ricominciano ad abbaiare, ripetete il comando e non date loro il premio finché non smettono di abbaiare.

Quali sono le quattro D per addestramento del cane?

Le quattro D dell’addestramento del cane, talvolta note come le quattro semplici regole dell’addestramento, sono distanza, distrazione, durata e difficoltà. Questo elenco può essere utilizzato come ausilio all’addestramento per aiutare il cane a padroneggiare nuove abilità. Quando si addestra il cane, è importante tenere a mente questi quattro fattori per garantire un apprendimento di successo.

Addestramento Del Cane – Distanza 

La distanza è lo spazio che c’è tra l’addestratore e il cane. L’addestratore guadagna distanza con le piccole vittorie: Arrivare a un metro e mezzo dopo che il cane è riuscito a rimanere a un metro di distanza, e così via. Se il cane fatica a stare a un metro e mezzo, tornate al punto in cui può farlo e ripetete l’esercizio.

Addestramento del cane – Durata 

 È la quantità di tempo che il cane può trascorrere su un tappetino, ad esempio se lo usa durante i pasti in famiglia, senza ulteriore assistenza nell’addestramento. Può rimanere lì mentre voi e i vostri amici bevete qualcosa al bar? Può stare un minuto sulle strisce pedonali mentre voi aspettate che il segnale cambi? Iniziate con il tempo che riuscite a far passare al vostro cane, e aumentate la durata con incrementi modesti, come per tutti i risultati dell’addestramento.

Addestramento del cane – Distrazioni 

Tutto ciò che si contende l’attenzione del cane è una distrazione, ma un cane ben addestrato può comunque rispondere alle istruzioni anche in presenza di un panino su una panchina del parco o di uno scoiattolo che passa di lì. L’ideale è iniziare senza interruzioni mentre si insegnano nuove abilità. Introducendo progressivamente delle distrazioni (allontanandosi dal panino, ad esempio) e premiando il cane con molte leccornie quando vi presta attenzione, è possibile aumentare gradualmente la sua concentrazione e la sua fiducia.

Addestramento del cane – Difficoltà 

Quanto è impegnativo per il cane, in situazioni specifiche, imparare o praticare il comportamento? Ci sono numerosi livelli da prendere in considerazione, proprio come per tutte le altre D. Alcuni cani potrebbero trovare fisicamente impegnativo rotolarsi (evitate di sottoporre il cane a procedure spiacevoli). Anche se tenuto a distanza da una carota, il cane riesce a rimanere? Vuole una patatina fritta? Il grado di difficoltà dovrebbe essere aumentato una volta che il cane ha imparato le tre D precedenti.

Domande correlate

Devo essere severo durante addestramento del mio cane?

Dipende da ciò che si vuole ottenere con l’addestramento. Se volete che il vostro cane sia obbediente, dovrete essere coerenti e fermi nei vostri comandi. Tuttavia, se state solo cercando di insegnare al vostro cane le buone maniere di base, potete avere un approccio un po’ più rilassato.

Come posso incoraggiare il mio cane a seguire i comandi?

Il rinforzo positivo (R+) è fondamentale per incoraggiare il cane a seguire i comandi. Ciò significa ricompensarlo con bocconcini, lodi o attenzioni ogni volta che fa ciò che gli chiedete. È anche possibile utilizzare il rinforzo negativo, che consiste nel punire il cane se non obbedisce a un comando. Tuttavia, questo approccio deve essere usato con parsimonia e solo in circostanze specifiche, poiché può provocare paura e ansia nel cane.

Qual è il comando più importante da insegnare a un cane?

Il comando più importante da insegnare a un cane è “vieni”. Questo comando è essenziale per il richiamo e può aiutare a mantenere il cane al sicuro in situazioni potenzialmente pericolose. Altri comandi importanti sono “seduto”, “resta” e “giù”.

A che età devo iniziare ad addestrare il mio cane?

È possibile iniziare ad addestrare il cane già a otto settimane di vita. Tuttavia, tenete presente che i cuccioli hanno tempi di attenzione più brevi e avranno bisogno di pause più frequenti rispetto ai cani adulti. È importante iniziare con i comandi di base e passare a quelli più complessi man mano che il cucciolo cresce e si sviluppa.

Leggi il prossimo